mercoledì 21 marzo 2012

Cane eroe perde il muso per salvare le padroncine

http://gopets.gogreen.virgilio.it/articolo/cane-eroe-perde-il-muso-per-salvare-le-padroncine

Cane eroe perde il muso per salvare le padroncine


Kabang, un meticcio di taglia medio-piccola, si è gettato in strada per fermare una moto. Le bambine sono illese ma il loro salvatore ha perso il muso.

Pubblicato il 22/02/12 in News
TAGS: cani,filippine,kabang,notizie animali,notizie commoventi
Cane eroe perde il muso per salvare le padroncine 
Si dice che i cani siano capaci di un amore sconfinato per i loro amici umani, che amino i padroni più di ogni altro essere vivente, inclusi loro stessi.
Un'ulteriore prova, per chi ne avesse bisogno, arriva dalle Filippine e ne è protagonista Kabang, un meticcio di taglia medio-piccola ormai diventato, a ragione, un eroe.

Kabang è stato pronto a rischiare la propria vita per salvare le due padroncine, Dina di 11 anni e Diansing di tre.
Le due bambine stavano per essere investite quando il piccolo Kabang si è gettato in strada per fermare la corsa della moto, facendola cadere e impedendole di travolgerle.

Il motociclista se l'è cavata con poche ferite e le ragazzine sono illese, mentre il cagnolino ha letteralmente perso la faccia. Il muso infatti è rimasto schiacciato tra la ruota della moto e la strada ed è stato necessario asportarne la parte superiore. Sono rimasti i suoi occhi buoni e pieni d'amore e l'arcata dentale inferiore.

Per fortuna il suo aspetto non ha nessuna importanza per la sua famiglia: "Non ci interessa che adesso sia brutto, è un eroe e questo basta, gli vorremo sempre bene", hanno dichiarato.  E come potremme essere altrimenti, di fronte al suo gesto d'amore disinteressato?

Kabang oggi è un eroe non solo per i suoi padroni ma per tutta Zamboanga City, nelle Filippine, dove continuerà a vivere felice e circondato da tutto l'affetto che merita.
Sicuramente è un essere speciale, ma in fondo lo sono tutti i cani, perchè tutti sono capaci di amare senza pretendere nulla in cambio, sempre e comunque e andrebbero tutti trattati come eroi. O almeno con rispetto.

Nessun commento:

Posta un commento